Ultime dal Territorio

L’Occhio elettronico -che interroga le targhe delle auto

La polizia municipale userà l’apparecchio “Targha  193” Verifiche in tempo reale su assicurazioni, revisioni e mezzi rubati”.

«Più controlli e maggiore sicurezza con il nuovo sistema integrato di video sorveglianza in provincia». E’ questo l’annuncio del questore di Savona Giovanni Signer, nel corso della conferenza stampa in Provincia, insieme al prefetto Giorgio Manari, il presidente dell’Amministrazione provinciale Monica Giuliano, e il presidente Federico Delfino della Fondazione De Mari.  «Il sistema integrato consentirà alle telecamere, già posizionate sul territorio di numerosi Comuni – spiega il questore Signer – di leggere la targa di una vettura, interrogare la banca dati del Sistema Centralizzato Nazionale Targhe e Transiti, e nel giro di pochissimo tempo, far avere alla centrale operativa, la segnalazione di un mezzo rubato o sospetto, tracciandone gli spostamenti».

Lo strumento acquistato dal Comune per  la polizia municipale è un apparecchio capace di intercettare in tempo reale chi si mette al volante di una macchina che dovrebbe restare con il motore spento. Il “lettore” tecnologico sarà in grado di rilevare in pochi secondi veicoli senza revisione, non coperti da assicurazione, rubati, sottoposti a fermo o sequestro e anche quelli inseriti nella black list della polizia municipale. Le macchine controllate e segnalate dalle banche dati come irregolari saranno subito fermate, grazie al collegamento diretto on line con il ministero dei Trasporti. Saranno sottoposte a sequestro amministrativo e in ogni caso non potranno rientrare in circolazione se non dopo essersi messe in regola. Per chi sgarra al volante è in arrivo un’altra brutta notizia. È stato disposto il ripristino di telelaser e autovelox dopo essere stati inviati per la nuova taratura. Saranno utilizzati in diverse zone del comune individuate tra quelle segnalate con maggiore frequenza nelle assemblee pubbliche da parte dei cittadini che lamentano l’eccessiva velocità delle macchine che equivale a un aumento della pericolosità. L’occhio elettronico è solo una delle novità che riguardano i vigili urbani, l’altra è “strutturale” e interessa i lavori per la realizzazione del comando unico nei locali dell’ex albergo terme.

«Il risultato di questo nuovo investimento è triplice – spiega il sindaco Sergio Di Maio –. Il primo perché dopo diversi anni di stop riprendono i lavori in questa importante struttura a due passi dalla sede comunale. Il secondo perché andiamo a realizzare un altro importante punto del programma che con la futura realizzazione della nuova caserma dei carabinieri di Pontasserchio  e dell’assegnazione di fondi regionali per la videosorveglianza aumenta il lavoro costante dell’amministrazione per garantire ai cittadini la sicurezza. Il terzo perché unificando il comando di polizia municipale abbiamo ulteriori risorse da utilizzare nel controllo del territorio. Risorse che necessitano di essere ulteriormente implementate».

Conclude Di Maio: «Alla polizia municipale va il mio plauso per l’eccellente lavoro svolto, anche di recente con la scoperta, in meno di 24 ore, di un cittadino che aveva abbandonato dei rifiuti nella frazione di Campo».

Pietro Barghigiani

 

fonte: iltirreno.gelocal.it

Previous post

Ostia - Arrestato rapinatore grazie alle telecamere

Next post

MTM- la videocitofonia modulare connessa di Came

redazione

redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.